«Quartieri di New York City»: esplorazione di Turtle Bay

Intervista di Rachel Brunet, direttrice e caporedattrice di Le Petit Journal New York

BARNES New York ti invita nella sua serie di articoli senza titolo "New York City Neighborhoods", dove puoi scoprire regolarmente i diversi quartieri della città, agli occhi dei francofoni che si sono stabiliti lì. Ci raccontano tutto del loro quartiere, con le loro parole, i loro gusti, le loro abitudini. Oggi esploriamo Turtle Bay, un distretto situato in Midtown East, con Lidia Del Pozo, Senior Business Development Officer, VP presso Bank of the West BNP Paribas Wealth Management. Ci racconta del quartiere in cui vive da più di un anno con la sua famiglia.

Lidia Del Pozo nel suo appartamento a Turtle Bay, LePetitJournal.com

Lepetitjournal.com New York: Vivi a Turtle Bay. Cosa ti ha attratto di questo quartiere?

Il motivo per cui ho deciso di vivere qui non è per il quartiere in sé, ma soprattutto per la sua posizione a Manhattan. Prima di trasferirci a New York con mio marito e mia figlia, abbiamo impiegato solo cinque giorni per decidere il quartiere e l'appartamento in cui avremmo vissuto. Il quartiere di Turtle Bay si è distinto per noi per la sua posizione centrale in città. Abbiamo pensato che fosse il modo migliore per essere vicini a tutti i punti di interesse della città. L'altro motivo, che ha confermato la nostra scelta, è stata la vicinanza del mio posto di lavoro. Infatti, lavoro per BNP Paribas Wealth Management che si trova anche a Midtown, e quindi a pochi isolati da casa.

Puoi raccontarci la vita in questo quartiere, l'atmosfera? Cosa lo fa vivere, cosa lo guida?

Direi che questo quartiere non ha una sola identità. Non sarei in grado di dire se questa è solo una zona residenziale o un distretto di uffici o un distretto di ambasciate. Turtle Bay è un po' di tutto allo stesso tempo: c'è contemporaneamente una vita di quartiere, con i suoi piccoli negozietti locali, i suoi piccoli bar e ristoranti, asili nido, parchi giochi, ma anche un quartiere di uffici, quindi molto vivace dal lunedì al venerdì, con un molta gente in strada la mattina presto e durante le pause pranzo. E in questo paesaggio misto si trova la sede delle Nazioni Unite e alcune ambasciate che ruotano attorno a questo maestoso edificio, il più bello della città, secondo me. Ovviamente, quando si svolgono le Assemblee Generali, il quartiere assume un volto nuovo. Il distretto è quindi sotto una protezione molto severa e diventa un po' bloccato e paralizzato. Questi pochi giorni non sono molto piacevoli ma neanche invivibili. L'organizzazione è davvero impressionante!

Ed è emozionante! Questo è ciò che rende questo quartiere estremamente vivace e internazionale.

Una strada a Turtle Bay, LePetitJournal.com

Vivi vicino alla sede delle Nazioni Unite, dove il francese è una delle lingue di lavoro ufficiali. Sentiamo molto la lingua di Molière per le strade di Turtle Bay?

Sì, infatti, il francese è una lingua che si sente molto regolarmente sui marciapiedi, tra due colleghi che si recano nel loro ufficio alle Nazioni Unite, che possiamo facilmente identificare per strada perché molto spesso portano il badge di accesso all'edificio intorno alla loro collo; o le famiglie che incontro quando vado al parco giochi con mia figlia, per esempio. Ci sono molti francofoni a Turtle Bay. Per fare un esempio abbastanza rappresentativo, all'asilo che mia figlia frequenta, nella sua classe, su 10 studenti, 4 provengono da famiglie francofone! Essere in grado di parlare francese è ovviamente molto pratico, soprattutto all'inizio, e sempre un buon modo per creare nuove relazioni molto rapidamente, anche se mi fa esercitare meno il mio inglese.

I tuoi posti preferiti a Turtle Bay?

Uno dei miei posti preferiti nel mio quartiere è probabilmente il Grand Central Market, che si trova all'interno della stessa Grand Central Station. È un unico vicolo dove troviamo un susseguirsi di piccoli stand che offrono prodotti freschi e di buona qualità. Nonostante sia al coperto, l'atmosfera è simile a quella di un mercato tradizionale e i commercianti sono molto simpatici. Quello che amo di più di questo quartiere è il fatto che si trova proprio sull'East River. Ho la fortuna di avere una bella vista sul fiume dal mio appartamento e di poter assistere ad alcune albe davvero belle. Le semplici passeggiate lungo il fiume sono molto piacevoli e un po' un cambiamento di scenario rispetto alla vita urbana e cittadina.

È un quartiere che consigli a chi vuole acquistare o affittare?

Non sono un esperto del mercato immobiliare, tuttavia quello che posso dire intuitivamente quando si tratta di affittare, sì è un quartiere che consiglio, perché è bello vivere e come ho già detto, è idealmente situato in Manhattan alla scoperta della città. Tra gli altri motivi, la vicinanza al fiume, la sicurezza e l'incolumità apportate dalla presenza della sede delle Nazioni Unite e, infine, l'aspetto molto cosmopolita del quartiere. Per quanto riguarda l'acquisto di un immobile, evocherei le stesse motivazioni con l'aggiunta del fatto che si tratta di un quartiere abbastanza frequentato da espatriati che lavorano alle Nazioni Unite, quindi con una certa richiesta di mercato.

Se dovessi descrivere Turtle Bay in tre parole? 

Se dovessi descrivere Turtle Bay in tre parole, direi che è un quartiere vivace, un quartiere molto cosmopolita e quindi favorevole agli incontri e un quartiere poliedrico dove si mescolano vita personale e professionale.

acheter-appartement-luxe-vue-manhattan
Vista aerea dello skyline di Manhattan al tramonto, New York City

Gli esperti discutono – Turtle Bay

Mercato degli affitti:

A marzo 2021, l'affitto medio per un appartamento a Turtle Bay era di $ 2.200 per un monolocale (-40% in un anno), $ 3.200 per una camera da letto (appartamento), $ 4.000 per due camere da letto (-20%) e $ 6.200 per tre camere da letto (+ 24%).

Mercato di vendita:

Alla fine del quarto trimestre 2020, in tutta Turtle Bay nel suo complesso, il prezzo medio richiesto dai venditori si è attestato a $ 950k (quando la media di Manhattan è $ 1M) mostrando un aumento significativo nell'ordine di 20% nell'arco di un anno con $ 1.207 / piede quadrato e una sessantina di transazioni nel trimestre.

Intervista di Rachel Brunet, direttrice e caporedattrice di Le Petit Journal New York

Leggi l'articolo su Le Petit Journal New York

it_ITItalian
Consenso sui cookie con banner sui cookie reali